Carovana Antimafie: dalle Apuane al Chianti

Dal diario della carovana:

Così ieri la carovana è stata accolta a Carrara nella Piazza Farini per poi essere presente in una scuola elementare e in un liceo della città.
Gli organizzatori locali, la Camera del Lavoro e l’Arci, hanno fatto in modo che anche i mass media locali e l’Amministrazione Comunale fossero presenti alla nostra presenza.
Quindi il via verso il Chianti!
Lungo il percorso una brevissima sosta alla Casa del Popolo di Serravalle Pistoiese dove abbiamo rifornito il nostro deposito (esaurito per la terza volta) dei prodotti provenienti dai tertreni confiscati alle mafie.
Arrivati a San Casciano Val di Pesa ci siamo diretti in una piazza per inagurare una targa in ricordo di Peppino Impastato .
Amcora oggi Peppino riesce a far dividere le opinioni; infatti nell’occasione abbiamo ascoltato l’ opinione di un consigliere comunale del PDL che ci ha spiegato la bontà del provvedimento del Governo di vendere i beni confiscati!
L’arrivo nella Biblioteca Comunale prevede una breve sosta alla Bottega del Mondo che ospita anche i prodotti provenienti dai terreni confiscati alle mafie, notiamo l’assenza di alcuni di questi ma sicuramente in futuro vi sarà lo spazio.
Ecco il dibattito previsto promosso dal Gruppo d’ Acquisto Locale che ci chiede di comunicare l’impegno delle Cooperative attive nei terreni confiscati alle mafie.
Il racconto di Salvatore e Bernardo illustrano le difficoltà e le complessità della filiera etica dei prodotti alimentari.
In questo contesto vi è una bella testimonianza di una volontaria ,Elisa,  e del Sindaco di San Casciano Val di Pesa.
Non riusciamo ad andare a visitare il negozio della legalità inagurato a Tavarnelle Val di Pesa, alcuni compagni ci raggiungono e comunque ci portano le foto dell’inagurazione.
Eccoci arrivati alla cena della legalità organizzata al Circolo Arci .
Tanta gente a cena ma anche tantissima altra che ci viene a salutare;
una bellissima mostra del progetto Liberarci dalle Spine!  una gustosa cena biologica! e un bellissimo spettacolo teatrale ben inserito nella socialità culinaria!
Il Presidente del Circolo Arci e Maurizio Poggi della segreteria Arci di Firenze salutano i presenti e la Cooperativa Lavoro e Non Solo che con la loro originalità spiegano cosa significa fare antimafia sociale a Corleone.
Un particolare: lo spettacolo teatrale non riesce a concludersi; noi ci scusiamo per l’accaduto ma uno degli attori ci dice “va bene così! è stato tutto molto bello!”
si ha ragione è stato veramente tutto molto bello!

un saluto

Maurizio Pascucci
Esecutivo Arci Toscana

Annunci