“I mandarini e le olive non cadono dal cielo”

l’esperienza di CRISTIANA SMURRA produttrice calabrese di agrumi

Martedi 25 maggio 2010 Presso Circolo Arci di Spedaletto (San Casciano Val di Pesa)

Ore 19:30 cena condivisa

– ognuno porta qualcosa da bere o da mangiare

– la pasta si cucina al circolo per tutti

– ognuno porta i propri piatti, bicchieri e posate

ore 21:15 incontro con Cristiana Smurra

 

 

organizzazione a cura del Gruppo Acquisto Solidale GASChianti con la collaborazione del Circolo ARCI di Spedaletto.

Per info tel. 335/70.15.405 mail: morelli.ila@gmail.com

Annunci

OBIETTIVO ZERO: GIORNATA EVENTO PER UN NUOVO EQUILIBRIO SOSTENIBILE

Il 15 maggio 2010 l’area Viper Theatre ospiterà Obiettivo Zero, un evento che raccoglie realtà, proposte ed esperienze che vedono nello “zero” un punto di equilibrio positivo cui tendere per risolvere i problemi della contemporaneità.

Rifiuti Zero, Km Zero, Zero Digital Divide, Crescita Zero, Profitto Zero, sono i temi di questa giornata evento che tramite esperienza, intrattenimento e informazione coinvolgerà i partecipanti in una riflessione comune sui temi della sostenibilità ambientale e sociale.

PROGRAMMA DI OBIETTIVO ZERO

Continua a leggere

I mandarini e le olive non cadono dal cielo

Nel corso dell’organizzazione dell’incontro con Cristiana Smurra, che produce clementine biologiche a Rossano in Calabria, per parlare della sua attività e della realtà calabrese in cui vive e lavora, mi sono imbattuta in parecchio materiale interessante da vedere, ascoltare, leggere …

Cristiana abita e vive a Rossano, nella piana di Sibari. Produce clementine biologiche.

Su quello che è successo a Rosarno lo scorso gennaio dice:

“Quello che è successo a Rosarno è solo la punta dell’iceberg. In quella zona, non poteva succedere nulla se non quello che poi è accaduto. E’ uno dei luoghi più difficili dell’intera regione. E’ veramente complicato per gli stessi calabresi vivere, lavorare e progettare in quel tipo di contesto. Da quelle parti si avverte la presenza di logiche completamente malate. Si percepisce l’assenza dello Stato che spesso è il primo a voltare il capo e a non voler guardare cosa accade. Magistratura, Prefettura, Sindacati, Associazioni ma anche semplici cittadini, da quelle parti a volte scelgono di non reagire e di vivere soggiogati. Solo quando tutti insieme decideranno di dire basta, forse ci sarà la possibilità di riprendersi in mano la propria vita e il proprio territorio. Badate bene che questo problema non riguarda solo Rosarno. La n‘drangheta ormai ha oltrepassato i confini calabresi e si è insediata in luoghi inaspettati.”

 

Video della visita all’azienda agricola di Cristiana Smurra

http://www.ondaattiva.com/gas/default.asp?idPuntata=61

“I MANDARINI E LE OLIVE NON CADONO DAL CIELO” Video della conferenza stampa con i migranti di Rosarno

http://www.youtube.com/watch?v=afe9KEy0jzk&feature=related

 

Video “Rosarno: il tempo delle arance”

18 gennaio 2010  — Video realizzato il 9 gennaio 2010, durante il pogrom anti-immigrati e le deportazioni di massa seguite al ferimento di quattro braccianti africani e alla conseguente rivolta dei migranti

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=6F4VpwoGRmI&feature=related

Parte 1 di 3: http://www.youtube.com/watch?v=mRY49ue5ZL0&feature=related

Parte 2 di 3:  http://www.youtube.com/watch?v=Ijvgaz0E_4I&feature=related

Parte 3 di 3: http://www.youtube.com/watch?v=KVVTM8gwhm8&feature=related

U stisso sangu. Storie più a sud di Tunisi

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=12778

Marco Rovelli – Servi. Il paese sommerso dei clandestini al lavoro – Feltrinelli, 2009, pag. 219

Leogrande Alessandro – Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud – Mondadori (collana Strade blu), 2008, 252 p.

Un po’ di rassegna stampa dello scorso gennaio 2010 su Rosarno, gli scontri, le reazioni della gente, …  leggi

… e alcuni articoli dello scorso 27 aprile quando le indagini seguite alle denunce degli immigrati hanno portato all’arresto per sfruttamento di 30 persone  leggi

e poi un intervento della Coop sull’argomento

(Informatore Marzo 2010, pagina 16)